i cereali

La farina di mais è un prodotto ottenuto dalla macinazione dei cariossidi del granoturco, ovvero i chicchi del mais. Prima di procedere alla macinazione, i cariossidi di mais sono sottoposti ad azioni di umidificazione e degerminazione che provocano lo scollamento dei tegumenti (gli strati esterni che ricoprono i chicchi ) e l’eliminazione di crusca e germe.
Il risultato è una farina di colore giallo, caratterizzata da una grana grossa.

Uso in cucina
Tra le ricette preparate con la farina di mais, la più diffusa è certamente la polenta, che si prepara in maniere differenti a seconda delle tradizioni regionali. Condita con sughi di carne, in particolare maiale (salsicce, spuntature), la polenta è usata anche per accompagnare piatti di baccalà, verdure, legumi, o altre carni e pesci.
La farina di mais è anche usata per preparare delle croccanti impanature per fritti.
Tra le ricette provenienti dall’estero, citiamo le deliziose tortillas messicane.

Metodo di conservazione
La farina di mais va conservata in un luogo fresco e asciutto, al riparo da fonti dirette di luce e calore. Una volta aperta la confezione, mettete il sacchetto della farina in un contenitore a chiusura ermetica.

Curiosità
La farina di mais non contiene proteine che formano il glutine, pertanto è un prodotto che può essere indicato per i soggetti celiaci. Alle volte, però, è mescolata con altri tipi di farina che possono contenere glutine: bisogna pertanto prestare molta attenzione agli ingredienti quando si acquistano alimenti a base di farina di mais.     

mais7     mais8 BN      mais5     mais1